Tokyo


Ciao a tutti
Come avrete sicuramente notato 🙂 sono reduce da un viaggio nel paese del Sol Levante, avevo in mente questa trasferta da almeno 10 anni e sempre per  qualche motivo (soprattutto di tempo) non sono mai riuscito a realizzare questo mio desiderio.
Quest’anno finalmente, per tanti motivi che si sono venuti a creare, ho avuto l’occasione di poter sfruttare 12 gg di ferie a cavallo del capodanno, e al grido di  “ora o mai più!” ho deciso che era arrivato il momento di visitare la patria di tante mie passioni: i fumetti, i cartoni animati con i quali sono cresciuto, il cibo, la tecnologia e tante altre.
La meta principale ovviamente era Tokyo, e non potendo certamente creare un itinerario come  mia abitudine, che mi permetta di vedere in lungo e in largo il paese, ho optato per visitare le due principali città del Giappone: Tokyo appunto e Kyoto.
Non starò certo a fare un resoconto dettagliato delle mie giornate perché diventerebbe troppo lungo e noioso, ma cercherò di evidenziare le migliori “attrazioni” di queste due città.
Tokyo a me è piaciuta moltissimo, strano vero? 🙂 Come si fa a non apprezzare una città con 12 milioni di abitanti che funziona come un orologio svizzero? Il Giappone è la patria dei “servizi”, il servizio in Giappone è sacro e si vede, l’ostello dove alloggiavo era semplice ma pulito e ben organizzato, i mezzi di trasporto sono puntuali e puliti, in quanto cliente sei sempre ben trattato con educazione (a volte troppa) e non ho percepito nessun tipo di pericolo nei miei confronti, magari diffidenza in quanto straniero (Gaijin), ma per un paese che è stato ed è cmq isolato (l’immigrazione in Giappone è scarsissima), ci può stare.
Ovviamente tutto questo si paga, per esempio il metrò costa, ma cavolo il ritorno in quanto qualità è notevole e così per tutto. Quindi il mio consiglio su Tokyo è fatevi una bella “pasmo” (tessera ricaricabile per utilizzare il metrò) e giratevi i quartieri che più vi interessano immersi in una moltitudine di persone che dormono, giocano con la Psp, chattano con il cellulare cullati da innumerevoli jingle informativi e dal procedere della metrò.
IMG_0769   IMG_0746   IMG_9687
Per quanto riguarda i prezzi a Tokyo bisogna dire che costicchia, ma se vivete a Milano, non noterete una grande differenza. Io ho avuto sfortuna poiché in questo periodo lo Yen era molto forte rispetto all’Euro, ma chi ci è stato l’anno scorso per esempio (2009), pagava meno che in Italia. Ovviamente bisogna stare attenti, a pranzo mi saziavo con una bella ciotola di Ramen e spendevo intorno ai 10 €, mentre alla sera mi lasciavo andare un po’ di più, ma dipende da cosa si mangia. Dormire in ostello aiuta a risparmiare, ma soprattutto resistere dal comprare qualsiasi cosa vediate è la parte più difficile.
IMG_9333     IMG_8704    IMG_9430
Come sempre in ogni mio viaggio sono più attento ed interessato ai piccoli  gesti quotidiani che alle grandi attrazioni turistiche, quindi ho girato molto quasi a caso, ma anche grazie all’aiuto di una coppia di italiani che vivono a Tokyo da 3 anni (domo arigato Massimo e Erika), che mi hanno fatto scoprire quartieri bellissimi leggermente fuori dal centro e ristoranti incredibili che non avrei mai trovato on my own . Sicuramente passare il capodanno in uno dei templi del quartiere aspettando la mezzanotte bruciando vecchi oggetti e bevendo il sakè fresco del nuovo anno, sono esperienze che non dimenticherò mai, così come concludere la nottata assistendo ad un concerto di varie band giapponesi del posto in un club sottoterra fino alle 6 del mattino.
Se siete a Tokyo posso sicuramente consigliarvi di non perdervi la visita ad un Onsen (centro termale), un’esperienza unica per immergevi, a parte in vasche con acqua bollente aiaiaia, ma soprattutto nella tradizione secolare che le contraddistingue, ne uscirete estasiati nell’anima e nel corpo (tenete conto che tendenzialmente non amo le terme)
Personalmente vi consiglio le Onsen di Tenzan Toji Kyo ad Hakone, fuori Tokyo, 1 ora e mezza di treno sulla Odakyu line, altrimenti se non volete allontanarvi troppo, nella zona Harbour di Tokyo (quartiere Koto) c’è l’Oedo Onsen dove potete passare anche tutta la giornata tra vaie vasche, sale relax, ristoranti e chi più ne ha ne metta. Importante: ricordatevi di informarvi prima, nel caso abbiate un tatuaggio, se vi è permesso entrare.
In conclusione mi aspettavo tanto da Tokyo, tanti miti, ed aspettative che in 10 anni si accumulavano nella mia mente accrescendo il desiderio di visitarla e devo dire che la realtà è andata ben oltre, sono rimasto entusiasta da questa metropoli come non mi aspettavo e me ne sono innamorato. Sono partito per l’Italia con una promessa: RITORNERO’!!!!!
Per informazioni più dettagliate potete scrivermi, intanto godetevi le foto, ciao.
…. Seguirà Kyoto ……

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s